Leggo ebook per risparmiare spazio e denaro e per il vantaggio della portabilità, ma i libri che contano li ho in versione cartacea.

Scrivo su computer perché in molti casi è più funzionale, ma appena posso scrivo su carta.

La carta aiuta la creatività. Dà piacere al tatto.

Le pagine bianche di un taccuino nuovo possono regalare il senso di potenzialità di un’alba o dell’inizio di un viaggio.

In termini più prosaici, questo vuol dire che vicino a un negozio di cartoleria mi devono trattenere, sembro Gollum in prossimità dell’Anello.

Se non sei un appassionato della carta, puoi smettere di leggere questo post. Se lo sei, quello che segue è un elenco dei miei prodotti preferiti su cui scrivere, che forse ti può tornare utile (anche se sono consapevole che ogni appassionato abbia i suoi).

 

5 NOTEBOOK ASSOLUTAMENTE DA AVERE

 

  • Il taccuino Moleskine, a copertina morbida e rigorosamente nero. È un feticcio assoluto, il taccuino dei taccuini, bellissimo da toccare e da usare.
  • Il notebook Leuchtturm1917 a fogli puntinati. Ho scoperto da non molto i quaderni a fogli puntinati, mi piacciono molto perché danno struttura alla pagina in modo più discreto dei quadretti. Sono l’ideale per elenchi e tabelle scritti a mano e per il Bullet Journal (per scoprire cos’è e come funziona, se già non lo sai, guarda il video dal sito ufficiale, sottotitolabile in italiano). Il Leuchtturm 1917 è particolarmente bello: ha le pagine numerate, un indice già impostato all’inizio e carta spessa.
  • I quaderni di Muji. Per un uso più “andante” non utilizzo le Moleskine, ma i quaderni di Muji. Sono essenziali, neri, eleganti e personalizzabili.
  • Il blocco Arc System, in formato A4. Non è esattamente un notebook, ma lo assimilo alla categoria. Unisce i vantaggi del blocco spiralato a quelli del raccoglitore ad anelli. E in più è bellissimo. La versione in pelle è superlativa, ma costosa; ne esiste anche una decisamente più economica con copertina in plastica. L’Arc è un sistema di organizzazione delle pagine, che consente di spostarle a proprio piacimento in modo molto agevole. Il formato A4 mi è più utile per l’utilizzo da blocco/raccoglitore che ne faccio, ma esiste anche la versione A5.
  • Gli Inspiration Journals di kikki.K. Sono dei quaderni motivazionali a tema: ce ne sono per gli obiettivi, per le abitudini, per i sogni, ecc. Purtroppo sono cari, ma sono veramente belli e molto curati anche nei testi.

Per scrivere uso solo le penne a sfera cancellabili, da quando le ho scoperte. La ragione è una sola: uniscono i vantaggi di roller e matite.

 

Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione possibile. Per dare il tuo consenso al loro utilizzo, clicca l'apposito bottone. Se vuoi approfondire, puoi visitare la pagina dedicata per capirne di più. Voglio approfondire

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi