La mattina ti alzi all’ultimo momento, ti prepari in fretta e furia, fai una colazione sommaria in piedi, magari guardando le email per portarti avanti, ti butti nel traffico e quando arrivi in ufficio ti senti già stressato e in ritardo sulla tua giornata, nonostante tu non abbia ancora iniziato a lavorare?

Se ogni mattina va così, un giorno dopo l’altro, è molto probabile che tu abbia la sensazione che la tua vita non vada da nessuna parte, come se fosse solo una sequenza di reazioni a stimoli esterni (sveglia, email, traffico, riunioni, ecc.), da sbrigare in apnea il più velocemente possibile.

Da che parte cominciare per cambiare questo stato di cose? La risposta è più semplice del previsto, ma non semplicistica: inizia dalla tua routine mattutina. L’importanza di quello che si fa nella prima ora dopo il risveglio è ancora incredibilmente sottovalutata, nonostante sia ormai noto che è una costante e un fattore comune delle persone che riescono a ottenere grandi risultati.

Non è un caso: dedicare alla creazione della vita che desideriamo un’ora di tempo ogni mattina, a mente fresca, fa la differenza. La farà anche per te, perché, anche tralasciando le domeniche, stiamo parlando di più di 300 ore l’anno, un’enorme quantità di tempo di qualità.  

La tua prima ora dev’essere lo spazio protetto, rilassato e tuo, dove imprimere un senso diverso alla giornata e dove costruire i cambiamenti e miglioramenti che desideri (per le persone che proprio non possono essere mattiniere, questo spazio può essere l’ultima ora prima di andare a letto).

 

COME RENDERE PREZIOSA LA TUA PRIMA ORA

 

I metodi e le proposte per impiegare efficacemente questo momento fondamentale della giornata non mancano (ti ho già parlato in un articolo di uno dei più famosi, The Miracle Morning), ma la cosa migliore è trovare la tua routine ideale, il tuo personalissimo mix di azioni da fare ogni giorno, per trarre il massimo beneficio dalla tua prima ora.

Ecco dei suggerimenti che ti saranno utili per costruire la tua routine ideale:

● CHIEDITI PERCHÉ LO FAI. Questo è un passaggio importante, quindi non saltarlo. Se non hai ben chiaro perché vuoi costruire una routine mattutina, finirai col rimanere a letto. Sapere che cosa ti muove ti aiuterà a fare lo sforzo necessario per alzarti.

● PREPARATI LA SERA PRIMA: prenditi 15 minuti la sera prima per preparare tutto quello che puoi preparare in anticipo (i vestiti, la borsa per l’ufficio, ecc.) e per stabilire le 1-3 priorità per la giornata successiva. In questo modo, avrai la sensazione di essere “in controllo” e la tua prima ora non sarà divorata da decisioni da prendere e cose da fare. Sarai libero di dedicarla realmente a te stesso.

● IMMAGINA LA TUA PRIMA ORA IDEALE. Come vorresti che fosse per renderti soddisfatto e rilassato? Chiudi gli occhi e immagina. Che attività svolgeresti? Scrivi davvero tutto quello che ti viene in mente: meditare, andare fuori a camminare, leggere un libro per saperne di più su un argomento di tuo interesse, elaborare un progetto che ti sta a cuore, ecc. Conserva l’elenco a portata di mano.

● SCEGLI IL TUO MIX. Prendi il tuo elenco e scegli alcune attività che desideri svolgere nella tua prima ora. Leo Babauta, autore del famosissimo blog Zen Habits, di cui ho fatto il corso dedicato proprio a questo tema, The First Hour – Create Powerful Mornings, sostiene che un buon mix dovrebbe contenere:

  • l’attività per te più importante in assoluto (su questo tornerò dopo)
  • una qualsiasi forma di meditazione o riflessione, come ad esempio tenere un diario
  • qualcosa che richieda concentrazione, come creare, leggere, studiare
  • qualcosa di fisico, come correre, fare movimento

R

● KEEP IT SIMPLE! Resisti alla tentazione di fare della tua routine un’ennesima to-do list (magari più introspettiva, ma comunque una to-do list), perché è la strada giusta per mollare dopo poco tempo. Fai poche cose ma falle bene, un po’ ogni giorno. Nei periodi particolarmente densi, ad esempio, io ho solo due attività costanti, che svolgo proprio tutte le mattine: meditare e scrivere (a volte scrivo per riflettere meglio, altre scrivo per il blog. In ogni caso… scrivo). Il resto varia. Tieni sempre presente che la tua routine ha lo scopo di farti sentire bene e di migliorare la tua vita, non di allungare la lista delle cose da fare.

● INIZIA GRADUALMENTE A SVEGLIARTI PRIMA. Per ritagliarti la tua ora, comincia puntando la sveglia 15 minuti prima del solito per 3 o 4 giorni di seguito. Poi, quando ti sarai abituato, togli altri 15 minuti e così via fino a quando non avrai un’ora intera da dedicarti. Come ho già scritto nell’articolo su come diventare una persona mattiniera, l’approccio graduale è quello che dà maggiori garanzie di successo nel lungo periodo. Se non ti è possibile o se sei una persona che rende meglio la sera, ritagliati la tua ora prima di andare a dormire.

● COMINCIA IN PICCOLO. Inizia dedicando solo qualche minuto alle attività che hai scelto di fare. Medita anche solo per tre minuti se hai deciso di meditare, leggi solo tre pagine di un libro se hai deciso di leggere, scrivi poche righe se vuoi scrivere, ma comincia e sii costante. Aumenterai piano piano.

● DEDICA DEL TEMPO ALL’ATTIVITÀ PIÙ IMPORTANTE PER TE. C’è sempre un’attività più importante di altre, che può avere un impatto significativo sulla tua vita e che magari non svolgi, perché richiede una concentrazione che durante il giorno non riesci a trovare e che la sera non hai perché sei troppo stanco. Il momento giusto per dedicartici è nella tua prima ora. Se ad esempio vuoi cambiare lavoro, sarà il momento giusto per aggiornare finalmente il tuo CV e il tuo profilo Linkedin.

● RESISTI ALLA TENTAZIONE DI CONTROLLARE EMAIL E SOCIAL. Se ti connetti, finirai col rispondere o commentare, tornando in modalità reattiva. Se leggi qualcosa che non ti piace poi continuerai a pensarci, perdendo inevitabilmente la concentrazione su te stesso. Quindi, non accendere il cellulare durante la tua prima ora (questo è davvero un punto chiave).

● AGGIUNGI DEI PICCOLI PIACERI. Prenditi cura di te, rendendo la tua routine il più piacevole possibile. Se ad esempio ami bere il tè, bevilo in una bella tazza, gustandotelo in pace e in silenzio.

 

Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione possibile. Per dare il tuo consenso al loro utilizzo, clicca l'apposito bottone. Se vuoi approfondire, puoi visitare la pagina dedicata per capirne di più. Voglio approfondire

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi