È possibile dedicarsi alla crescita personale in estate, quando si ha solo voglia di staccare e riposarsi? La risposta è sì, a patto di scegliere i libri giusti, che ti permettano di approfittare delle vacanze per leggere, senza appesantirti.

In quest’articolo, l’ultimo prima della pausa estiva, ti propongo un elenco di 10 titoli validissimi, ma di lettura non impegnativa e quindi adatta alla stagione. Li ritengo tutti utili per la crescita personale, anche se non sono tutti strettamente di crescita personale (di alcuni ho già parlato in qualche articolo, non a caso):

● L’arte di passare all’azione: Lezioni di psicologia giapponese per smettere di rimandaredi Greg Krech. Libro gentile e molto efficace, aiuta a sconfiggere la procrastinazione con un approccio non “muscolare”, semplice e facilmente applicabile. Si legge senza sforzo e mantiene quello che promette. 

● Dritto al sodo. Come scegliere ciò che conta e vivere felici di Greg McKeown. Il noto concetto del “meno è meglio” applicato alla gestione del tempo: occorre imparare a distinguere le poche cose indispensabili dalle molte trascurabili e agire in conseguenza, visto che non è possibile arrivare a fare tutto. 

● Un piccolo passo può cambiarti la vita – Il metodo Kaizen applicato alla realtà di tutti i giorni di Robert Maurer. Questo piccolo volume di facile lettura spiega in modo chiaro e dettagliato come sia possibile cambiare in meglio (e senza sforzo) la propria vita, grazie a un costante miglioramento per piccoli passi quotidiani. Il concetto è: poco, ma tutti i giorni.

● Qui e ora. Strategie quotidiane di mindfulness  di Ronald D. Siegel. Libro veramente fantastico per cominciare a praticare la mindfulness e vivere meglio. Se vuoi leggere un solo libro su questo tema, scegli questo. È chiarissimo, di approccio molto concreto e facilmente applicabile.

● La regola dei 5 secondi di Mel Robbins. Ho dedicato un intero articolo alla “regola” spiegata in questo libro, perché è uno strumento semplice e efficace per darsi la spinta necessaria a creare nuove e migliori abitudini. La regola dei 5 secondi è frutto di una felice intuizione dell’autrice ed è stata poi convalidata da approfondite ricerche. Funziona davvero.

● 50 segreti della scienza della persuasione di Noah J. Goldstein, Steve J. Martin e Robert B. Cialdini. Dai massimi esperti nell’ambito della persuasione (Cialdini in testa), un manuale ricco di suggerimenti e tecniche facili da applicare in ambito personale e professionale. Utilissimo, perché tutti ci troviamo quotidianamente a dover convincere qualcuno di qualcosa, in ufficio e a casa. 

● Una cosa sola. L’unico metodo per fissare le priorità e ottenere risultati eccezionali di Gary Keller. Certamente uno dei miei libri di crescita personale preferiti. Anche qui si sottolinea che il nostro tempo e le nostre risorse sono limitate, pertanto diventa fondamentale concentrarsi su ciò che conta. Citando l’autore: “in ogni caso, fare la cosa più importante è sempre la cosa più importante”.

● Fatti il letto. Piccole cose che cambiano la tua vita… e forse il mondo di William Harry McRaven. Nel 2014 l’ammiraglio McRaven fece un discorso motivazionale ai laureandi dell’università del Texas che generò milioni di visualizzazioni e, successivamente, questo piccolo libro diventato un bestseller. Il concetto di base è semplicissimo: portare a termine una cosa, anche se piccola come può essere rifarsi il letto, è una vittoria sull’inazione e una spinta positiva verso il risultato che vogliamo raggiungere. Sul valore delle piccole vittorie quotidiane.

● Rituali quotidiani. Da Tolstoj a Miró, da Beethoven a Darwin, da Fellini a Marina Abramovic, da Proust a Murakami…  di Mason Currey. L’autore ha ricostruito i rituali quotidiani di ben 151 geni creativi, in altrettanti brevi ritratti molto piacevoli. Nell’infinita e meravigliosa varietà di ciò che emerge la costante è una sola: l’importanza di avere un rituale, un insieme consolidato e calibrato di piccole scelte personali che ci consentono di sfruttare al meglio le nostre risorse. Prima di tutte, il tempo.

L’arte della semplicità di Dominique Loreau. Ho citato e consigliato questo libro innumerevoli volte, perché, pur non essendo affatto un libro di crescita personale, ha effetti sorprendenti sul cambiamento. Oltre al principio cardine del “meno è meglio” (meno oggetti, meno abiti, meno tutto) l’autrice introduce l’idea che quel “meno” debba apportare qualità e bellezza alla nostra vita. La sua visione della semplicità è sensuale e accessibile. E molto attraente. 

Buona lettura!

 

 

 

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione possibile. Per dare il tuo consenso al loro utilizzo, clicca l'apposito bottone. Se vuoi approfondire, puoi visitare la pagina dedicata per capirne di più. Voglio approfondire

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi